Le quattro stagioni in tango

“Le quattro stagioni in tango”, alle 21.15 di questa sera, sabato 18 agosto, a Rocca Tiepolo, è il titolo del concerto durante il quale si esibirà il trio Mazzoni-Derosier-Compagnoni.

La nascita del tango

Testimonianza storica di un paese ricco e complesso come l’Argentina, il tango ha storicamente affidato alla melodia i temi esistenziali come il tempo, l’amore, la morte. Inizialmente eseguito da un trio formato da violino, fisarmonica e chitarra, Astor Piazzolla intervenne poi per sconvolgere la regola e far infuriare gli estimatori del genere.

Gli studi di Astor Piazzolla e la nascita del tango nuevo

I suoi studi di musica classica lo portarono a concepire il tango come musica da ascoltare più che da ballare. Una musica, secondo lui, da eseguire nelle sale da concerto e quindi gli strumenti utilizzati fino a quel momento non bastavano più. Era nato un nuovo genere: il tango nuevo stava sconvolgendo le abitudini della capitale argentina e i gusti del pubblico latino. Nonostante siano trascorsi 26 anni dalla sua morte, quella di Piazzolla rimane la forma più moderna di tango: per la validità delle composizioni e per la sorprendente inventiva degli arrangiamenti.

I musicisti di questa sera

I brani saranno eseguiti da Massimo Mazzoni (sassofoni), Lucy Derosier (sassofoni) e Cesarina Compagnoni (pianoforte). L’ingresso al pubblico è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *